Tendinopatia Achillea (dolore al tendine d’Achille)

Il carico ripetuto nel tempo può aumentare il rischio di tendinopatia achillea, che è considerata una lesione da overuse. Gli atleti che praticano sport di corsa o di salto sono a rischio più elevato.

La tendinopatia d’Achille era precedentemente definita “Tendinite d’Achille”. Ma poiché spesso non vi è alcuna infiammazione, il termine preferito oggi è tendinopatia. Ciò significa fondamentalmente un «tendine doloroso».

La tendinopatia Achillea si sviluppa di solito durante i periodi in cui l’intensità o il volume dell’allenamento sono aumentati. Anche le modifiche alla superficie di allenamento e alle calzature possono essere un fattorescatenante.  Altri fattori di rischio includono: precedenti lesioni, alto indice di massa corporea, diabete, colesterolo, predisposizione genetica, precedente uso di steroidi, vecchiaia e artrite.

IL TENDINE PIÙ FORTE

Il tendine di Achille collega i muscoli della parte inferiore della gamba del polpaccio all’osso del tallone ed è il tendine più spesso e più forte del corpo umano

Segni e sintomi

I sintomi variano da atleta a atleta. Il tendine potrebbe sentirsi un po ‘retratto al mattino e di solito c’è dolore durante o dopo l’attività. I sintomi hanno spesso un inizio graduale, ma possono anche svilupparsi improvvisamente dopo un rapido aumento del carico di allenamento. Molte persone hanno dolori al tendine d’Achille che durano per diversi mesi o addirittura anni.

Diagnosi

Esistono diverse condizioni che possono mostrare gli stessi sintomi della tendinopatia d’Achille. Pertanto, al fine di ottenere il giusto trattamento, è importante che un medico o un fisioterapista faccia la diagnosi. Gli esami ecografici o la risonanza magnetica possono essere utili per fare una diagnosi accurata.

Trattamento

L’approccio terapeutico meglio documentato è un programma di allenamento specifico. L’allenamento eccentrico (in cui i muscoli delle gambe si abbassano lentamente dalla posizione della punta dei piedi) ha mostrato buoni risultati per la tendinopatia Achillea. Il programma viene eseguito due volte al giorno per circa 3-6 mesi. Durante questo periodo, le attività sportive dovrebbero essere adattate in relazione alla quantità di dolore avvertito durante e dopo l’attività. Una piccola quantità di dolore è ok, ma dovrebbe essere mantenuta al di sotto di un livello di 4-5 su una scala da 0 a 10 (sia durante che dopo l’allenamento).

Per coloro in cui l’approccio terapeutico sopra indicato non dovesse essere appropriato, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico o altri trattamenti (ad es. Iniezioni).

Prognosi

Con un trattamento adeguato e la gestione del carico, la maggior parte delle persone può tornare al precedente livello di attività.