Il ginocchio del corridore

Come suggerisce il titolo, questa condizione è molto comune tra i corridori. 

Il ginocchio del corridore si verifica spesso negli sport che comportano molta flesso estensione  del ginocchio. I ciclisti sono quindi frequentemente colpiti. Inoltre, non è insolito tra calciatori, giocatori di pallamano e fondisti. 

Come con altri tipi di lesioni da uso eccessivo, esistono diverse teorie su come e perché si sviluppa il dolore, ma non vi è certezza. Sappiamo, tuttavia, che è possibile recuperare con il giusto tipo di trattamento. 

All’esterno dell’anca si trova una fascia di tessuto forte e spessa chiamata  iliotibiale. Conosciuto anche come la bandelletta iliotibiale . Questo si  inserisce sotto il ginocchio. La teoria è stata a lungo che  la bendelletta  crea attrito quando il ginocchio viene esteso/flesso troppo spesso, senza un adeguato riposo. Si è pensato che questa frizione potesse provocare un’irritazione in una piccola sacca piena di liquido chiamata borsa. Questo può essere molto doloroso. Tuttavia, ricerche più recenti mettono in dubbio se ci sia verità in questa teoria. Indipendentemente dalla causa: il risultato è dolore. 

Quali sono le cause del ginocchio del corridore? 

Il motivo per cui sviluppi il ginocchio del corridore è molto probabilmente dovuto a improvvisi cambiamenti nelle tue abitudini di allenamento. Ciò può comportare un rapido cambiamento nel carico di allenamento, nella frequenza e nell’intensità. Ma posso influenzare anche i cambiamenti nella superficie di allenamento e nelle scarpe da corsa. La capacità del corpo di adattarsi è fantastica ma lenta. Un programma di allenamento deve tenerne conto, in modo che il carico non superi la capacità del corpo di resistere a quel carico. 

Numerosi fattori possono aumentare la probabilità di sviluppare il ginocchio del corridore. Ad esempio, la debolezza dell’anca e del ginocchio e un ridotto controllo del corpo possono aumentare il carico sul ginocchio. Lo stesso si può dire della posizione della caviglia, della gamma limitata di movimento e della corsa su superfici inclinate. Questi fattori raramente  incidono singolarmente ma associati a sovraccarico, è possibile che si sviluppi questa lesione. 

Lo sapevi che

le scarpe da corsa più costose non sono necessariamente le migliori? La ricerca suggerisce che la cosa più importante è che le tue scarpe da corsa siano comode, non personalizzate. 

Segni e sintomi 

Il dolore è di solito all’esterno del ginocchio e peggiora gradualmente. È aggravato dalla corsa, soprattutto dalla discesa. 

Un segno 

che potresti aver bisogno di riposare è se il dolore persiste dopo l’allenamento e / o il giorno dopo. 

Trattamento 

Misure come il ghiaccio, il massaggio e il tape possono ridurre il dolore acuto, ma hanno poco effetto a lungo termine. La cosa più importante che puoi fare è trovare la causa scatenante del problema. Ciò può comportare l’identificazione dei fattori di rischio e la loro risoluzione. 

La ricerca mostra che la gestione del carico è importante sia per il trattamento che per la prevenzione degli infortuni. Un buon programma di allenamento può essere sviluppato in collaborazione con un trainer e un fisioterapista. Quando il carico di allenamento supera la capacità del corpo di sopportare il carico, è possibile sviluppare il ginocchio del corridore. Ad esempio allenandosi troppo, troppo presto.  Il riposo inadeguato ha dimostrato di aumentare la probabilità di subire un infortunio.  

Si consiglia di fare una pausa dalle attività o dall’allenamento che provoca dolore. Puoi comunque mantenere una buona forma fisica eseguendo altre forme di esercizio che sono indolori. Esempi sono il nuoto, l’allenamento della forza. In rari casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico.  

Ritorna allo sport 

Il problema potrebbe persiste per un po’, di solito ci vuole più tempo prima di aver recuperato completamente. Ecco perché agire quanto prima è così importante. Non è consigliabile tornare immediatamente al livello di attività precedente a causa del rischio di lesioni. Si consiglia un aumento graduale del carico di allenamento.