Dolore al collo

Dal 30 al 50% della popolazione è interessato annualmente di dolore al collo. Questi dolori possono verificarsi acutamente o gradualmente nel tempo e possono presentarsi in molte forme diverse. Il dolore al collo è anche associato a mal di testa. 

Il dolore al collo può andare e venire, ma in alcuni gruppi di persone che sono particolarmente sensibili al disagio può verificarsi per un periodo più a lungo termine. I giocatori di calcio sono un esempio. Molti anni di duelli aerei, la direzione della palla e una grande quantità di stress fisico sul collo sono probabili ragioni per cui fino al 30% dei giocatori di livello d’élite in pensione riferisce sintomi di dolore al collo persistente e ridotta gamma di movimento del collo. 

Le lesioni acute possono diventare persistenti 

Il dolore acuto al collo è il risultato di un impatto o di un movimento rapido di torsione, ad esempio da una caduta o da un incidente stradale (colpo di frusta). In alcuni casi, il dolore può diventare persistente (durando per più di 8 settimane). 

Tuttavia, il dolore al collo persistente può spesso essere spiegato come il risultato di una combinazione di fattori. Avere molto dolore non significa necessariamente che la lesione sia grave e due atleti possono provare il dolore in modo diverso. Uno dei motivi è che sono molti e vari i fattori che influenzano il dolore, tra cui il livello di attività, il sonno, l’umore, i pensieri, i sentimenti, i livelli di stress, le esperienze passate con lesioni, nonché il modo in cui uno affronta il dolore. Tutti insieme, questi fattori creano condizioni diverse per l’esperienza del dolore. 

Sintomi 

Un sintomo comune è il dolore che peggiora con il movimento o quando la testa viene mantenuta in una posizione per lunghi periodi di tempo. Alcuni sperimenteranno anche mal di testa. Molti i fattori che contribuiscono al dolore al collo. Pertanto, può essere difficile determinare qual è la fonte del dolore. 

Il dolore può diffondersi 

Il dolore al collo può spostarsi lungo il braccio e la mano o alla testa.  Quest’ultimo può portare a due tipi di mal di testa: mal di testa da tensione e mal di testa per rigidità al collo. 

È possibile che si verifichi mal di testa da tensione senza provare dolore al collo, ma il dolore si trova spesso sia nella testa che nel collo. Il dolore è percepito come una pressione su uno o entrambi i lati della testa. 

Con mal di testa per rigidità al collo o come è noto dal punto di vista medico mal di testa cervicogenico, è comune con dolore radiante che di solito si verifica solo su un lato della testa. Può essere aggravato ruotando la testa e il collo nella gamma finale di movimento, o applicando una pressione sulla parte superiore del collo.  

Dolore alle radici nervose 

La colonna vertebrale (compreso il collo) è costituita, tra l’altro, da forti dischi intervertebrali. Questi dischi sono costituiti da uno spesso gel liquido circondato da forti anelli fibrosi. I dischi sono importanti ammortizzatori e durante la vita, è comune che si verifichino cambiamenti negli anelli fibrosi.  

Con il tempo, il disco può sporgere o in alcuni casi può fuoriuscire il gel liquido. Questo è noto come ernia discale. Possono verificarsi ovunque lungo la colonna vertebrale, anche sul collo. Perché avvenga, non è noto, ma l’età e la genetica probabilmente svolgono un ruolo importante. 

Il dolore può insorgere all’improvviso. L’evento può sembrare acuto, ma spesso è il risultato di un processo non recente. Un rigonfiamento del disco o un’ernia può esercitare pressione direttamente su un nervo o creare un processo infiammatorio che può irritare uno o più nervi nel collo. Questa condizione può causare dolore radiante, sensazione ridotta, formicolio e intorpidimento. Occasionalmente può anche causare paralisi di alcuni gruppi muscolari. Il dolore alla radice del nervo nel collo è una condizione relativamente rara e la ricerca ha dimostrato che ci sono 40/80 nuovi casi ogni 100.000 persone all’anno. 

Terapia e riabilitazione 

Che ci crediate o no, questa condizione migliora col tempo. Tuttavia, potrebbero essere necessari fino a tre mesi prima che il dolore scompaia. In alcuni casi, potrebbe richiedere ancora più tempo. Il dolore ai nervi è imprevedibile ed è normale che i sintomi possano variare molto nel tempo. Trattamenti come massaggi, mobilitazioni e manipolazioni possono dare un sollievo temporaneo dal dolore ma raramente hanno effetti a lungo termine.  

È del tutto normale all’inizio provare una piccola quantità di dolore durante l’attività, ma il dolore non dovrebbe diffondersi al braccio e alla mano o aumentare di intensità una volta che si smette di fare attività.  

Può essere complesso 

Il dolore al collo è raramente un incidente isolato. Per quanto riguarda lo sport, c’è spesso una correlazione con condizioni non fisiche come un conflitto con l’allenatore, la mancanza di motivazione, scarsi risultati, esaurimento e depressione. In tali casi, può essere utile parlare con uno psicologo o un allenatore oltre a svolgere esercizi fisici.